Cosa posso mangiare in caso di sindrome dell'intestino irritabile?

Cosa posso mangiare in caso di sindrome dell'intestino irritabile?

Secondo la piramide alimentare, una dieta equilibrata e sana include frutta e verdura, pane, pasta, latticini, legumi, pesce, carne o alternative di origine vegetale. Ma cosa succede se siete ipersensibili a uno o più di questi gruppi di prodotti? Come potete mantenere una dieta sana?

La piramide alimentare svizzera presenta un’alimentazione variata ed equilibrata. Gli alimenti dei livelli inferiori della piramide andrebbero mangiati in quantità maggiori, mentre quelli dei livelli superiori sono da consumare con particolare moderazione. Non ci sono alimenti proibiti. È la combinazione degli alimenti nelle giuste proporzioni a garantire un’alimentazione sana.  

Fonte: Società Svizzera di Nutrizione 

Se reagite a determinati frutti o verdure o se non tollerate i legumi o il pane, potrebbe sembrare impossibile trovare un'alternativa adatta o gustosa. Fortunatamente non è così: esistono soluzioni deliziose ed efficaci. È assolutamente possibile mantenere una dieta ricca e variata ed evitare cibi che causano problemi.

Ricordate questi principi:

  • Mangiare meno cipolle e legumi;
  • Mangiare meno mele e frutta a nocciolo (gli agrumi sono una buona scelta);
  • Mangiare meno latticini interi;
  • Bere meno latte, sostituire il latte con un'alternativa senza lattosio o una bevanda alternativa a base di riso, cocco o mandorle;
  • Mangiare meno carne grassa;
  • Evitare cibi molto piccanti o speziati e bevande a base di caffè. Cercare anche di evitare bibite effervescenti;
  • Fate attenzione ai polioli. Si trovano nelle gomme da masticare, nell'acqua aromatizzata e in altri prodotti ipocalorici (sono indicati come sorbitolo, mannitolo o xilitolo) e possono causare diarrea.

Bevete abbastanza!

L'acqua è posta in cima alla piramide alimentare e dovreste quindi bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno.

Evitate o riducete il consumo di caffè, tè nero e bevande energetiche. La caffeina può causare crampi intestinali. D'altra parte, sono consentiti tè verde o tisane.

L'alcol può irritare l'intestino e causare diarrea. Bevete non più di due drink alla volta e astenetevi dal bere alcol almeno due giorni alla settimana.

Prendete nota di tutto ciò che mangiate

Tenete un diario alimentare per annotarvi quando si verificano i sintomi. Non decidete da soli di rinunciare a certi alimenti, ma fatelo sempre su consiglio di un dietologo.

Cercate di non considerare queste restrizioni come una "punizione". Se i vostri sintomi migliorano, potete tornare a introdurre gradualmente gli alimenti nella vostra dieta e finalmente potrete avere un’alimentazione sana e variata con poche restrizioni.

Troverete altri consigli utili presso la Società Svizzera di Nutrizione SSN.