Armonizzare il proprio "Hara" per trovare l’equilibrio interiore

Armonizzare il proprio "Hara" per trovare l’equilibrio interiore

Le esigenze dei nostri stili di vita moderni stanno crescendo. Di conseguenza, siamo diventati abbastanza abili a destreggiarci tra una moltitudine di impegni. Siamo allo stesso tempo dirigenti, genitori, colleghi, cuochi, ecc. e spesso ansiosi di organizzare la nostra settimana per svolgere tutti i nostri compiti. Eppure, nonostante i nostri orari programmati nel dettaglio, spesso dimentichiamo uno degli elementi più importanti nella nostra lista di cose da fare: prendersi cura del nostro benessere. Perdere il filo di noi stessi può portare a degli squilibri nella nostra vita. Questo può influenzare molte cose, dai livelli di energia fino al modo in cui gestiamo lo stress.

Vi siete mai presi un momento per pensare alle cose su cui concentrate la vostra attenzione per la maggior parte del tempo? Cosa potrebbe influenzare la vostra attenzione? E se doveste localizzare il centro che controlla la vostra attenzione nel vostro corpo? Potrebbe essere nel vostro cervello o nell'intestino?

Fortunatamente, esiste un modo semplice per riconnettersi e per ritrovare il proprio equilibrio. Un semplice esercizio che possiamo fare ogni giorno con poco sforzo, per migliorare la centratura che esiste in tutti noi.

Quando sentite parlare di una persona centrata, di solito significa che il suo stato fisico e mentale sono bilanciati. Le pratiche di benessere nelle filosofie orientali sono improntate su questa "centratura". Nel Qigong cinese è conosciuto come Dantian e nella cultura giapponese è chiamato Hara.

Se avete già praticato yoga o meditazione, agopuntura, osteopatia o shiatsu, allora siete già stati in contatto con il vostro Hara. Oggi gli approcci orientali e occidentali al corpo e alla mente si concentrano sull'Hara attraverso la respirazione addominale profonda. Questo può aiutare a sentirci radicati e centrati, più energici e in grado di rimanere calmi durante i periodi di attività intensa.

E la buona notizia è che è facile iniziare. Non avete mai provato la respirazione addominale prima d'ora? Prendetevi quindi il tempo per concentrarvi sul vostro Hara, respirando nell'addome.

  1. Trovate un posto dove sedervi comodamente e concentrare la vostra mente sulla zona a circa tre dita di larghezza sotto l'ombelico.
  2. Quando inalate nella parte inferiore dell'addome, lasciate che il diaframma si espanda. Sentite il vostro respiro riempire la pancia in profondità. Potrebbe essere utile mettere le mani sull'ombelico quando respirate.
  3. Espirate, toccando la pancia e sentendo l'energia penetrare nel vostro corpo. Potreste notare gli effetti sin dal primo minuto.

Ricordate:

  • Non preoccupatevi se la vostra mente vaga, è perfettamente normale. Riportate lentamente la vostra mente al vostro Hara.
  • Concentratevi sul vostro Hara al mattino, quando vi svegliate per iniziare la giornata. O la sera, prima di andare a dormire per concludere la giornata in modo rilassante.
  • Praticate questa tecnica di respirazione profonda per alcuni minuti, ovunque siate e in qualsiasi momento. È l'antidoto perfetto per lo stress dovuto a un appuntamento o al tragitto quotidiano per andare al lavoro. Sapere che potete entrare in contatto con il vostro Hara in soli 3 o 4 respiri, quando ne avete bisogno, è confortante e stimolante.

È essenziale non dimenticare le vostre esigenze, mentre correte per tutta la giornata come supereroi. Ogni volta che vi accorgete di quei momenti in cui siete distratti e vi sentite poco centrati, prendetevi qualche minuto per concentrarvi sul vostro Hara e praticare questa respirazione addominale. Mantenere un forte legame con il vostro Hara può permettervi di essere una cosa unica con voi stessi. Quindi non dimenticatevi di rimanere consapevoli del vostro addome, per aiutarvi a rimanere radicati e centrati in tutte le situazioni.